Posizione

Il DD724 si affaccia sul suggestivo Rio Torreselle, accanto alla Peggy Guggenheim Collection, a Punta della Dogana e al più importante polo museale di Venezia, le Gallerie dell’Accademia, nel cuore dell’arte, nella pace e nell’intimità della Venezia più chic…

Stampa la mappa con le indicazione per raggiungerci

Come raggiungerci

Dall’aeroporto Marco Polo

  • · Taxi acqueo fino a Campo San Vio
  • · Servizio pubblico Alilaguna fino alla fermata Zattere
  • · Taxi o autobus fino a Piazzale Roma.

Dalla stazione ferroviaria o Piazzale Roma

Prendere il vaporetto n. 1 o n. 2 fino alla fermata Accademia. Si segue per la Collezione Peggy Guggenheim, si oltrepassa Campo San Vio e si procede per Calle della Chiesa, alla fine della quale sulla sinistra si trova Ramo da Mura e la Charming House DD724.

Prenotazione taxi acqueo

Si prenotano su richiesta transfer privati, a partire da 110 euro dall’aeroporto (con servizio hostess a partire da euro 140) e da 60 euro dalla stazione.


I dintorni: Dorsoduro

Dorsoduro è uno dei 6 sestieri di Venezia. Il nome “Dorsoduro” deriva dal fatto che la zona era un tempo caratterizzata da un terreno stabile (dorso duro), meno paludoso che altrove a Venezia. La Charming House DD 724 si trova in questo sestiere – da qui il suo nome, l’acronimo dell’indirizzo. È collegato a San Marco tramite lo straordinario e unico ponte in legno dell’Accademia (1933).

La parte occidentale è costituita dall’isola Mendigola, che fu la primissima ad essere colonizzata alcuni secoli prima che Rialto diventasse il centro vitale di Venezia.

Piano piano si colonizzarono tutte le altre isole fino a bonificare la punta della Dogana che prende il nome dal fatto che qui si ergeva la Dogana di Venezia. Oggi recentemente ristrutturata dal grande architetto Tadao Ando è divenuto, dopo l’acquisizione da parte di Francois Pinault, il museo contemporaneo più importante della città insieme alla Collezione Peggy Guggenheim, sita in Palazzo Venier de Leoni dove, per 30 anni, visse l’estrosa ereditiera americana Peggy Guggenheim.

italy-601784-thumb
h

Collezione Peggy Guggenheim

Peggy lasciò, alla sua morte, un’importantissima collezione in cui sono rappresentati tutti i movimenti artistici del xx secolo. Fra i tanti artisti Braque, Picasso, Kandinsky, Mirò, Max Ernst, marito di Peggy, con numerose opere, oltre a Klee, Chagall e tantissimi e importantissimi altri artisti. Opere importanti sono situate anche nel famoso giardino. A questi musei d’arte moderna si aggiunge la Fondazione Vedova sulle Zattere, recentemente ristrutturata da Renzo Piano.

Il museo delle Gallerie dell’Accademia, di fronte all’omonimo ponte, è poi un altro gioiello di Dorsoduro. Situato nell’ex convento ed ex chiesa di Santa Maria della Carità, contiene capolavori di inestimabile valore di Carpaccio, Bellini, Giorgione, Mantegna, Tiziano, Veronese, Tintoretto – solo per elencarne alcuni: la più ricca collezione mondiale di dipinti veneti e veneziani. Ma non è tutto. A pochi passi dalla Charming House DD 724 la Collezione Cini espone opere prestigiose di artisti toscani, fra cui Piero della Francesca.


L’arte a Dorsoduro

Non si può perdere una visita a Ca’ Rezzonico, museo del ‘700 veneziano con la sua monumentale facciata sul Canal Grande. La chiesa più interessante è Santa Maria della Salute, candido monolito di Baldassare Longhena, nella cui sacrestia è custodita l’opera di Tintoretto “Le nozze di Cana”, senza dimenticare la chiesa dei Gesuati e quella di San Sebastiano, uno scrigno che contiene i capolavori di Paolo Veronese.

L’arte a Dorsoduro non è esposta solo nei palazzi e sedi museali, ma pulsa nelle mille gallerie d’arte contemporanea che si incrociano passeggiando tra le calli, nei negozi di antiquari e nei negozi del vetro, e si mescola con la vitalità dei giovani che frequentano l’Università di Ca’ Foscari nei Palazzi e nelle sedi ubicate nel sestiere.

Questo mix di arte, storia e gioventù rende il sestiere molto vivo sia di giorno che di sera, quando i bar della zona (bacari) si animano per gli aperitivi a “spritz” e “cicchetti” più bohémien della città.

chiesa-salute-thumb
IMG_20160331_182117-thumb

Venezia da vivere

Nel sestiere di Dorsoduro c’è una ampia scelta di fantastici ristoranti, trattorie, osterie e bar che sono stati selezionati dalle Charming House DD724 e che vengono proposti di volta in volta all’ospite e consigliati secondo i gusti e preferenze. Stupenda anche la passeggiata sulle Zattere, da cui godere il panorama dell’isola della Giudecca, di San Giorgio, fino a tutto il bacino di San Marco. Da non perdere il vicino Squero di San Trovaso, tipico cantiere in cui vengono prodotte e riparate le famosissime Gondole e le piccole imbarcazioni della tradizione lagunare veneziana, o la Barca della frutta sull’acqua in Campo San Barnaba sotto il Ponte dei Pugni, tipico mercato della frutta galleggiante sul canale.

Interessante è anche lo shopping, Ca Macana per le maschere di Carnevale, il negozio delle sorelle Marina e Susanna Sent per il vetro contemporaneo, le forcole di Saverio Pastore o se volete curiosare tra utili pezzi artistici da Vetro e Arte.